Evento Shows sul florida

Compra de ingresso para Shows, Festas, Teatro, Balada etc. Compra de Ingressos sem sair de casa. Compre ingresso online, garanta sua entrada Today in Bergamo (Italy), Jean Todt, President of the Fédération Internationale de l’Automobile (FIA), and Francesco Rocca, President of the International Federation of Red Cross and Red Crescent Societies (IFRC), paid tribute to the work carried out worldwide by Red Cross teams against COVID-19 since the beginning of the pandemic. Sobre de Eventos Miami. Miami é uma importante cidade portuária na costa atlântica do sul da Flórida. A cidade recebeu esse nome de uma das tribos nativas que viveram na região entre 1600 e 1700, chamada Mayaimi se tornando uma cidade em 1986. The Blue Angels Show and Practice Schedules are subject to change without notice. The National Naval Aviation Museum at NAS Pensacola has a viewing area for visitors to watch the team practice. The team visits the museum to answer questions and sign autographs after most Wednesday practices. BACCF Independence Gala Dinner Virtual Data: 24 de setembro Horário: 8pm Local: Virtual Evento: O Independence Gala Dinner Virtual contará com a participação de Dia 21 de setembro é comemorado o Dia Internacional de Luta da Pessoa com Deficiência. Para marcar a data, será realizado um evento no dia 26 que poderá ser Busca de Ingressos para Shows, Festas, Teatro, Balada etc. Compra de Ingressos sem sair de casa. Compre ingresso online, garanta sua entrada Confira todos os shows em Orlando 2019 e aproveite os eventos de luxo que chegarão muito em breve. Enquanto a maioria dos nossos clientes deseja adicionar um pacote turístico para visitar Orlando, a melhor opção é comprar seus eventos esportivos e shows no SuperIngressos. The Miami International Boat Show will return to Miami Marine Stadium Park & Basin February 11-15, 2021! There's a boat for every lifestyle, activity and budget. Calendário Floripa - divulgação de eventos: cinema, música, shows, teatro, feiras, cursos, palestras, passeios, exposições e muito+

Una catastrofe anticipata

2020.03.17 16:23 Joyello Una catastrofe anticipata

Siamo tutti a casa in quarantena. Per la prima volta dopo decenni si respira aria pulita nelle grandi città e si vedono le stelle di notte. La paura per l'infezione è grande e ci rende più consapevoli di quanto sia fragile la nostra cultura. Quale momento migliore per informarsi sulla più grande catastrofe mai anticipata dalla nostra specie? No, non parlo del coronavirus.

Cambiamento climatico - introduzione

Quanto segue è copiato da questo post, e basato su una serie di fonti (più questa).
Secondo un report del 2018 la temperatura media del pianeta nel 2018 è stata di 1 grado Celsius (1C) superiore alla media pre-industriale. Questo tracciante di azioni climatiche mostra come raggiungeremo 3.5C entro il 2050, con le attuali politiche climatiche.
1.5C - Al di sotto di questo livello inizialmente si pensava che non ci sarebbero state grosse conseguenze. La IPCC nel 2018 aveva previsto che ci saremmo arrivati entro il 2023 con una chance del 10%, ma nel loro report dell'anno successivo, si mostra come si sia quasi arrivati a 1.5C già nel 2019. A questa temperatura, le ondate di calore avverranno su tutto il globo ogni anno, e saranno potenzialmente calde quanto il deserto del Sahara (es: quanto avvenuto recentemente in Australia). Ci saranno distruzioni massive dei campi ed il 70% della barriera corallina negli oceani sarà cancellata. La siccità a breve termine coinvolgerà 360 milioni di persone (fonte). In realtà, già dal 1980 al 2015 il numero di Tsunami, tempeste, alluvioni e incendi è quadruplicato.
Storicamente, qualsiasi summit climatico ha mancato il target sul limite di emissioni GHG di tantissimo. Sin dall'adozione dell'accordo di Parigi sul clima, alla fine del 2015, ben 33 banche globali hanno finanziato compagnie fossili per 1900 miliardi di dollari, e tali finanziamenti sono aumentati anno dopo anno.
Dov'è finita la promessa di passare a risorse più pulite di energia? Negli ultimi 12 anni la quantità di elettricità dovuta al carbone non ha quasi per nulla accusato il colpo. Il nostro patetico tentativo di passare ad energie pulite in 5 grafici.
Bonus: Grafico che mostra l'andamento delle emissioni di carbone per continente (da notare l'esplosione dell'Asia.)
Su questo grafico invece si possono vedere i livelli di CO2, CH4, N20, temperatura e livello del mare.
Le 20 peggiori conseguenze del cambiamento climatico.
9 grafici sul cambiamento climatico.

Biomassa e sesta estinzione

La Terra sta attraversando una fase di "annientamento biologico". L'umanità ha sterminato l'83% di tutti i mammiferi selvatici e la metà delle piante. Di tutti gli uccelli rimasti al mondo, il 70% che rimane sono polli o altri animali da allevamento (fonte). Uno studio del 2017 ha osservato le popolazioni di animali su tutto il pianeta, esaminando 27.600 specie di vertebrati --- circa la metà di quante si pensa che esistano --- ed ha trovato che il 30% di queste specie è in declino. Alcune stanno per collassare del tutto, altre si stanno estinguendo in specifiche aree. Gli esseri umani hanno cancellato il 60% delle popolazioni animali dal 1970 ad oggi (fonte).
Le piante si stanno estinguendo 350 volte più velocemente rispetto alla media storica.
D'altro canto, guardate l'esplosione di animali domestici tra il 1950 ed il 2000. Il bestiame è una delle cause del riscaldamento globale, ad esempio la foresta amazzonica viene man mano rasa al suolo non per far legna ma per fare spazio al bestiame (fonte).
Ci sono flotte di pescatori che spengono i propri trasmettitori e nascondono la loro attività di pesca illegale, circa un pesce su quattro è catturato illegalmente. Il Golfo dell'Alaska è chiuso per la prima volta per mancanza di merluzzo e salmone. L'Europa è nella stessa "barca" (report sulla pesca eccessiva nel mare Baltico), ed il Mediterraneo è uno dei mari dove si pesca di più (fonte). La pesca eccessiva anche uno dei motivi di un possibile conflitto nel mare a Sud della Cina (guerre per la pesca). Milioni di piccoli uccelli marini sono morti dal 2015 ad oggi, per mancanza di pesce.
Avete mai sentito parlare della pesca a strascico? Un quarto del pesce che viene cucinato al mondo è ottenuto con questo metodo. Una nuova analisi, che trae contributo da 57 scienziati in 22 diverse nazioni, suggerisce che il 14% del pesce sui fondali, di profondità inferiore ad 1km, viene catturato.
Lo sbiancamento delle barriere coralline, o le "zone morte", sono causate dal riscaldamento globale. Le zone morte all'interno degli oceani, dove non c'è più ossigeno per sostenere vita, si potrebbero espandere molto più velocemente di quanto pensato fino ad ora. Tali regioni sono create quando grosse quantità di materiale organico, prodotto dalle alghe, precipita sul fondale marino ed usa tutto l'ossigeno presente.
Tutte le specie dichiarate estinte in questa decade.

Population

La ripida curva della popolazione mondiale. Il numero di esseri umani aumenta di 228.000 unità al giorno, circa un milione ogni 5 giorni (al momento, ma la curva cresce giorno per giorno). Oggi come mai prima, si chiede ai governi, alle infrastrutture, alle istituzioni sociali e all'ambiente terrestre di rispondere e accomodare questa gigantesca crescita in un così breve periodo di tempo. Per prepararsi, l'umanità deve produrre più cibo nelle prossime 4 decadi di quanto ne ha prodotto negli ultimi 8000 anni (ma intanto sprechiamo cibo e perdiamo acqua potabile per irrigare). Si prevede il completo collasso di riserve di cibo entro il 2040. I risultati sono basati sul possibile trend climatico, e sul fallimento delle politiche contro il cambiamento climatico, e prevedono il crollo totale della catena di approvvigionamento ed epidemiche rivolte per il cibo. (fonte).

Migrazioni e carestie

Ci sono già centinaia di milioni di rifugiati climatici (fonte MIT). Entro il 2050 ce ne saranno 1.5 miliardi. Si, entro solo 30 anni. Tutto questo aumenterà il potenziale per conflitti e violenza. Uno studio del Pentagono conferma che ci saranno guerre causate dai migranti. Documentario sull'esodo climatico.
Possiamo già vederegli effetti del clima estremo sulla mancanza di cibo. 45 milioni di Africani del Sud stanno affrontando la fame (fonte e video). Il cambiamento climatico ha la faccia della fame, e porterà a sempre più crisi umanitarie (fonte).
La variazione climatica è responsabile del 30% della annuale fluttuazione mondiale nella produzione agricola. Sotto "normali" condizioni climatiche, il sistema di approvvigionamento globale può compensare la perdita del raccolto locale, tramite mercato e provviste. D'altra parte, l'aumento di variabilità climatica porterà a perdite record di raccolto, con conseguente aumento di prezzo del cibo e fame, scatenando potenzialmente altri rischi sistematici come agitazione politica e migrazione (fonte).
Gravi alluvioni causate da stagioni piovose record, hanno colpito il Sud-East ed il Midwest americano, ritardando la coltivazione di soia e grano. La National Oceanic and Atmospheric Administration [NOAA], ha i 12 mesi terminati nel Maggio del 2019 sono stati i più piovosi della storia degli Stati Uniti. L'alluvione del Mississipi quest'anno è stata una delle più lunghe di sempre in alcuni luoghi.
Per non menzionare il fatto che negli ultimi 30 anni, 60.000 agricoltori Hintu si sono suicidati dopo aver perso del tutto le loro coltivazioni in seguito ad alluvioni (fonte 1, fonte 2).
In sud America, l'aumento graduale delle temperature e gli eventi causati dal meteo estremo sono aumentati in maniera inaspettata, sotto forma di mancanza di pioggia dove si aspettava normalmente, e l'aumento di pioggia dove invece non si aspettava. Ciò ha portato alla distruzione dei cicli di produzione ed ha portato alla crescita di parassiti. Ecco perché molti di questi agricoltori hanno tentato di scappare verso gli Stati Uniti.

Mancanza di acqua potabile

L'india ha solo 5 anni per risolvere la propria crisi idrica, ed il Sud Africa vive la peggiore siccità degli ultimi 1000 anni.
Lo Zambia ha 2 milioni di persone sull'orlo della fame, per via di una siccità regionale. La diga etiopica sul Nilo potrebbe essere la scintilla di un conflitto tra Egitto, Etiopia e Sudan (fonte). Secondo un report delle Nazioni Unite, in 10 anni ben 4 miliardi di persone saranno a corto di acqua potabile, mentre 2 miliardi ne dovranno fare quasi completamente a meno. E non solo in Sud Asia ed Africa, ma anche in nazioni europee come Spagna, Italia, Grecia e Francia, avranno molti problemi nei prossimi 20 anni (fonte). In Australia, la scuola del Queensland ha finito le scorte di acqua nel Dicembre 2019 poiché dei commercianti di bottiglie d'acqua hanno ottenuto i diritti per acquisire l'acqua locale (fonte). I ricercatori della NASA si aspettano delle "mega-siccità" negli Stati Uniti che distruggeranno molte coltivazioni nei prossimi 5 anni (fonte). Secondo l'Istituto di Ricerca sull'Acqua, il Nuovo Messico affronterà la peggiore situazione tra tutti, al pari degli Emirati Arabi Uniti nell'Est e dell'Eritrea in Africa. La California, che fino ad ora ha già avuto problemi con l'acqua, viene dopo. La siccità che ha iniziato a colpire gli Stati Uniti nella decade del 2010, continua a creare problemi dalla California fino alla foresta pluviale della Alaska. La cosa più preoccupante è che le riserve di acqua nel suolo degli Stati Uniti si stanno esaurendo, per via delle industre e delle persone che scavano sempre più a fondo per cercare acqua che prima si trovava in superficie (fonte). Alla fine del 2019, circa 1000 esperti hanno chiamato ad una azione globale contro l'esaurimento dell'acqua nel terreno (fonte).

Malattie

Mentre la Terra si surriscalda, gli animali sono costretti a migrazioni di massa, inclusi animali portatori di malattie tropicali (come la malaria). Per darvi una idea di perché questo debba spaventarvi, la febbre del cammello ha una mortalità del 36%. E gli ospedali mondiali non sono pronti alla sfida del cambiamento climatico.
Un fungo quasi indistruggibile e difficile da indetificare, si è adattato al riscaldamento globale ed ora può sopravvivere alle calde temperature del corpo umano. Con un tasso di mortalità del 50% in 90 giorni, vi presento il Candida Auris, il primo fungo patogenico causato dal riscaldamento globale prodotto dall'uomo.
Un report della World Health Organization: World at risk. Una lista di dozzine di malattie che gli esperti pensano abbiano il potenziale di scatenare pandemie fuori controllo, tra cui la peste, Ebola, Zika virus e Dengue. Una pandemia mortale simile all'influenza potrebbe colpire il mondo ed uccidere milioni di persone perché NESSUN paese è preparato. Un secolo fa, la pandemia dell'influenza spagnola infettò un terzo della popolazione ed uccise 50 milioni di persone (fonte).
Molti batteri pericolosi stanno diventando immuni alle medicine. Secondo dati aggiornati, più di 2.8 milioni di persone negli Stati Uniti vanno incontro a infezioni da batteri resistenti agli antibiotici ogni anno. In più, questi "super batteri" causano 35.000 morti all'anno negli Stati Uniti.

Inquinamento

Le perdite di petrolio dalle petroliere stanno diventando più rari (grafico) ma solo perché Stati Uniti e Canada stanno espandendo la produzione di petrolio tramite perforazione. Guardate questa infografica di 10.000 perdite di petrolio nel Golfo del Messico tra il 2010 e il 2015. Gli Stati Uniti ora sono il maggiore produttore di petrolio "crudo" e la sua regione chiave, il Texas, è passato da 1000 barili al giorno nel 2010, a circa 5000 nel 2019, con una produzione che si prevede raddoppiata entro il 2023. Il 47% dei giacimenti petroliferi statunitensi scoperti - ma non ancora sviluppati - dipendono dai sussidi ai combustibili fossili e la dipendenza dai sussidi varia ampiamente da regione a regione. Si, i soldi dei contribuenti americani vengono usati per i profitti dei grandi CEO. Avete mai sentito parlare della grande perdita di petrolio di Keystone, impossibile da ripulire? Si prevede che entro questa decade, il 61% di tutto il petrolio mondiale verrà prodotto negli Stati Uniti.
Inquinamento dovuto a navi da crociera. Le 47 navi della società Carnival emettono 10 volte più di tutte le auto europee messe insieme. E buttano nell'oceano 4.5 miliardi di litri di liquame ogni anno.
Livelli di fumo a Sydney nel corso del tempo.
Sapete che l'aumento dei livelli di CO2 ci rende anche meno intelligenti? Fonte, e video che mostra cosa succede quando la CO2 supera il valore di 600 ppm (parti per milione).
C'è un milione di volte più microplastica nei nostri oceani e nel cibo, di quanto pensassimo. E questo non sembra fermare le maggiori società petrolifiche, che mentre fanno fronte alla futura diminuzione di richiesta di petrolio, aumentano il consumo di plastica. Shell sta costruendo una centrale per l'estrazione dell'etano da 6 miliardi --- una struttura che trasforma l'etano in etilene, un costituente di molti tipi di plastica --- a Monaca, in Pennsylvania, 40 kilometri a nord-ovest di Pittsburgh. Ci si aspetta che produrrà fino a 1.6 milioni di tonnellate di plastica annualmente dopo la sua apertura all'inizio degli anni 2020. E tutta questa plastica finirà negli stati poveri.
Il mito del riciclo.. guardate Plastic China. Il Regno Unito, come la maggior pate delle nazioni sviluppate, produce più scarti di quanti ne possa smaltire in casa: 230 milioni di tonnellate l'anno, circa 1.1kg a persona al giorno (gli Stati Uniti, la nazione che spreca di più, produce 2kg al giorno a persona). Prima del divieto, gli Stati Uniti esportavano 20 milioni di tonnellate di plastica alla Cina. Al momento invece si preferisce la Malesia. Ad ottobre 2019, Greenpeace ha scoperto montagne di spazzatura inglese ed europea in discariche illegali in Malesia. In Cina la spazzatura è spesso bruciata o abbandonata, e arriva eventualmente nei fiumi e negli oceani (fonte). Solo l'8.7% della plastica viene realmente riciclata. E non è neanche la punta dell'iceberg. Rifiuti elettronici.
Tutto questo crea un enorme rischio per la salute (fonte 1, fonte 2). La colpa è anche della moda. Nel 2015 la moda ha creato più emissioni di tutti i voli internazionali e viaggi marittimi messi insieme. Circa il 10% del gas che provoca l'effetto serra è generato dalle industrie della moda, per via delle loro lunhge catene di produzione ad alto consumo energetico. Le fabbriche di tessuto cinesi, dove "più del 50%" dei tessuti mondiale viene creato, produce circa 3 miliardi di tonnellate di fuliggine ogni anno bruciando carbone, e contaminando l'aria che porta a problemi respiratori e cardiaci. I mulini tessili si prevede che generino il 20% dell'inquinamento industriale delle acque mondiali ed utilizzino 20.000 specie chimiche, molte delle quali cancerogene. Nel 2014 le persone compravano il 60% in più di tessuti rispetto al 2000, ma mantenevano gli abiti solo per la metà del tempo (buttando circa 150 kg di abiti ogni anno per Americano). Un sacco di questi abiti finiscono nelle discariche. L'equivalente di un camion della spazzatura pieno di vestiti viene bruciato o buttato nella terra ogni SECONDO. In totale, circa l'85% dei tessili finisce nella terra ogni anno. Questa quantità sarebbe sufficiente a riempire il porto di Sydney ogni anno.
Lavare i vestiti, poi, genera 500.000 tonnellate di microfibre nell'oceano ogni anno --- l'equivalente di 50 miliardi di bottiglie di plastica. Molte di queste fibre sono poliestere, una plastica che si trova nel 60% degli indumenti. La produzione di poliestere rilascia da due a tre volte più emissioni di carbone rispetto al cotone, e il poliestere non si degrada nell'oceano. Nel 2017 un report della IUCN ha stimato che il 35% di tutta la microplastica --- pezzi minuscoli di plastica che non biodegradano --- nell'oceano viene dal lavaggio di tessuti sintetici come il poliestere. L'inquinamento da plastica inquina l'ambiente. Poliestere, nylon, spandex, usano 342 milioni di barili di petrolio OGNI ANNO. Il 33% della viscosa negli abiti viene dalle foreste, ed il 70% dal legno viene buttato (fonte). La maggior parte degli abiti che vengono donati finiscono nella spazzatura e riempiono buche in Africa (fonte). Non avete bisogno del 52esimo maglione.
I pesticidi comuni uccidono gli insetti acquatici, affamando i pesci che se ne nutrono. Questo studio ha mostrato un enorme diminuzione di insetti e plankton nei grandi laghi dopo l'introduzione di pesticidi neonicotinoidi per le risaie. La stessa cosa è avvenuta dall'altra parte del globo, dove la pipa sottomarina della British Columbia sta ancora sfornando sangue e fegato infetti da virus. E poi c'è l'inquinamento prodotto dalle medicine.

Permafrost e Metano

Il terreno nell'Artico sta rilasciando più diossido di Carbonio di 189 nazioni messe insieme.
Con un aumento di 2C (mezzo grado in più di ora), ci aspettiamo lo scongelamento di 6.6 milioni di kilometri quadrati di permafrost. E questo porterà ad un feedback che rilascerà molto metano, dato che lo scioglimento delle calotte di ghiaccio è un metodo auto-accelerante di estinzione. Il metano già sta fuoriuscendo a volontà. Ciò è terrificante anche perché tanti patogeni sono congelati nel permafrost, come l'antrace.

Erosione del terriccio

Stiamo finendo il terriccio (fonte), ed entro il 2055 non ne avremo più (video). E' l'avvertimento dell'autore di "Surviving the 21st Century", Julian Cribb, alla conferenza sulla scienza del terreno internazionale, in Queenstown, Nuova Zelanda, il 15 dicembre 2016. "10 kili di terreno, 800 litri di acqua, 1.3 litri di diesel, 0.3 grammi di pesticida e 3.5 kili di diossido di carbonio - ciò è quanto serve a fare un pasto medio, per una singola persona", ha specificato Cribb. E ci vogliono 2000 anni per formare 5cm di terreno.

L'Oceano Blu

"L'evento dell'Oceano blu" vuol dire che grandi quantità di luce solare non verrà riflessa nello spazio, come avveniva prima con i ghiacchi bianchi. Viceversa, il caldo verrà assorbito dall'Artico. Fin quando l'oceano Artico ha acqua ghiacciata, gran parte della luce viene riflessa nello spazio e genera un "polo di freddo" che resta nel Polo Nord. Quando ciò non avviene più, succede che calore aggiuntivo viene assorbito dall'Artico, ma anche che le normali vie di trasmissione dei venti cambiano radicalmente e più drammaticamente di come già stanno facendo. Questo "evento" verrà raggiunto nel 2022 (fonte). Grafico che mostra l'andamento del volume di ghiaccio artico nel corso degni anni... è una spirale della morte.
Il ciclo di feedback della calotta glaciale. Per quanto riguarda l'aumento del livello degli oceani, è difficile da prevedere perché stiamo anche riscaldando l'aria, oltre che gli oceani, e questo vuol dire che la calotta glaciale del circolo Artico e della Groenlandia si sciolgono sia dall'alto che dal basso - ovvero MOLTO più velocemente di quanto avevamo previsto anche nelle stime più catastrofiche. La Florida e New York potrebbero essere sott'acqua nel giro di pochi decenni. Se siete preoccupati dei rifugiati che vengono dal Centro America o dall'Africa, dovreste iniziare piuttosto a pensare alle decine di milioni di persone che scapperanno dalla costa al centro delle nazioni. L'aumento del livello del mare è maggiore di quanto previsto e distruggerà ancora più città entro il 2050. E' il triplo di quello che avevamo previsto.
Il riscaldamento degli oceani non significa solo aumento del livello del mare, ma anche che tanta acqua oceanica evapora, e quindi uragani e bombe d'acqua più numerose e devastanti. Wet bulb event.
La nuova analisi dell'impatto dei cambiamenti climatici sulla combinazione di umidità e calore, ha stabilito che quando la temperatura da "wet bulb" (WBT) raggiungerà i 35C, il corpo umano non riuscirà a raffreddarsi naturalmente col sudore, e anche le persone sedute nell'ombra potrebbero morire nel giro di 6 ore. Onde di calore estreme uccideranno anche le persone più in salute nel giro di poche ore e colpiranno parti del sub-continende indiano a meno ché le emissioni globali non vengano ridotte all'improvviso ed in maniera netta. Anche al di fuori di queste regioni, circa tre quarti della popolazione indiana totale (1.7 miliardi), in particolare gli agricoltori nelle valli dell'Inde e del Gange, saranno esposti a livelli di umidità e calore di "pericolosità estrema". Ci sono già parti del mondo dove la WBT è a 32-33C.
Acidificazione dell'oceano. Gli oceani assorbono una grossa porzione del CO2 emesso nell'atmosfera, ed infatti gli oceani sono il "dissipatore di carbonio" maggiore al mondo, di molto più efficaci della foresta amazzonica. Ma più CO2 assorbe, maggiormente acido diventa l'oceano, perché il carbonio in parte reagisce dentro l'acqua e genera acido carbonico. Se l'acidificazione diminuisce le emissioni marine di zolfo, potrebbe causare un aumento dell'aumento dell'energia solare sulla superficie terrestre, aumentando il riscaldamento --- cosa che prevedono gli studi sul cambiamento climatico naturale. I ricercatori stimano che il pH degli oceani diminuirà di 0.4 unità entro la fine del secolo se le emissioni di carbone non saranno fermate, o di 0.15 unità se la temperatura globale si fermerà al livello di 2C (fonte). Il plankton ed i pesci si stanno decimando, c'è una estinzione in atto negli oceani in questo momento.

Perché diventare green non basta

Il costo per diventare completamente "verdi" sono folli e l'economia globale non è in grado di reggerlo. La terra non ha abbastanza metalli per produrre pannelli solari, batterie e modi per distribuire energia in tutto il mondo. La costruzione di una turbina eolica richiede 900 tonnellate di acciaio, 2.500 tonnellate di calcestruzzo e 45 tonnellate di plastica. L'energia solare richiede ancora più cemento, acciaio e vetro, per non parlare degli altri metalli. L'estrazione globale di argento e indio aumenterà rispettivamente del 250% e del 1200% nei prossimi due decenni per fornire i materiali necessari alla costruzione di pannelli solari, secondo le previsioni dell'Agenzia internazionale dell'Energia. La domanda mondiale di elementi delle terre rare aumenterà dal 300% al 1000% entro il 2050 per raggiungere gli obiettivi verdi di Parigi. Se i veicoli elettrici sostituiranno le auto convenzionali, la domanda di cobalto e litio aumenterà di oltre 20 volte. Ciò non include le batterie per il backup di reti eoliche e solari (fonte). Una tavola periodica di elementi che stiamo esaurendo. E la Cina controlla il 90% di tutte le fonti rare di minerali.
Una singola batteria per auto elettrica pesa circa 2200 kg. La fabbricazione di una richiede lo scavo, lo spostamento e l'elaborazione di oltre 200.000 kg di materie prime da qualche parte sul pianeta. L'alternativa? Usare la gazolina ed estrarre un decimo del materiale totale per fornire lo stesso numero di kilometri del veicolo per la durata di sette anni della batteria. John Sterman (il principale esperto di dinamiche di sistema del MIT) mostra che anche la tecnologia MAGIC riesce a malapena a mantenerci sotto i 4 gradi entro il 2100. Il nuovo accordo verde non è abbastanza. Il mondo in via di sviluppo sta aumentando le emissioni a un ritmo tale che qualsiasi riduzione delle emissioni da parte del mondo sviluppato sarà compensata. Anche immaginando di trovare la volontà politica sia negli Stati Uniti che nell'Unione Europea per spendere miliardi di dollari in un nuovo accordo verde (e che in qualche modo questi piani avenissero con successo nel raggiungere emissioni nette pari a zero entro il 2030) non avrebbe alcun impatto significativo sulle emissioni globali di carbonio grazie all'esplosione di Cina, Africa, India e Sud America.
Lo stesso con una tassa sulla carne. Possiamo imporre una tassa sulla carne nei paesi sviluppati, ma la Cina, l'India o il Sud America mangiano sempre più carne ogni giorno. Secondo il rapporto di Asia Research and Engagement "che traccia il percorso proteico dell'Asia", il consumo di carne e pesce in Asia aumenterà del 33% entro il 2030 e del 78% dal 2017 al 2050.

Perché la prevenzione della perdita degli alberi è più importante che piantarli

C'è troppa CO2 nell'atmosfera, e piantare alberi non può più salvarci. Gli scienziati stimano che dobbiamo piantare 1000 miliardi di alberi per mitigare il riscaldamento globale, SENZA PERDERE UN SOLO ALBERO perché un albero in fiamme rilascia tutta la CO2 che aveva accumulato in precedenza. La foresta amazzonca sta perdendo 3 campi di calcio al minuto grazie al fuoco. Una mappa interattiva. Al momento stiamo perdendo 13-15 milioni di ettari all'anno in Sud America e Africa e nel sud-est asiatico perché si stanno convertendo le foreste in terra agricola (fonte). Sapete quanti sono un 1000 miliardi di alberi? Immaginate che un passo sia 1 milione di alberi, allora 1 trilione di alberi sono cmoe 2 volte e mezza la distanza tra noi e la Stazione Spaziale Internazionale. Per non parlare di tutto l'inquinamento dovuto alla consegna dei semi (o piccoli alberi) in tutto il mondo, tutta la logistica nella preparazione del terreno per la semina e tutti i rifiuti della promozione ecc.
Un team internazionale di ricercatori ha esaminato le esigenze materiali e l'inquinamento che deriverebbero da una spinta per portare il globo al 40 percento di energie rinnovabili entro la metà del secolo. L'analisi rileva che, nonostante l'aumento della domanda di materiali ed energia, una spinta del genere comporterebbe una drastica riduzione dell'inquinamento. E per la maggior parte, le richieste di materiale potrebbero essere soddisfatte, con la possibile eccezione del rame. Il 40% di energia verde richiede il 200% in più di rame. Il 100% di energia verde richiede il 500% in più di rame. Spostiamo circa 3 miliardi di tonnellate di terra all'anno per ottenere 15 milioni di tonnellate di rame. Sostituire l'alluminio con il rame richiede 5 volte più energia ed è meno sicuro. E non ci sono sostituti per i metalli.

Se siete arrivati alla fine, grazie per aver letto. Ho rimosso molte informazioni che ritenevo superflue, catastrofiche o soggettive. Trovate la fonte con il post completo all'inizio di questo thread.
submitted by Joyello to italy [link] [comments]


Festival Acessibiliarte celebra Dia Internacional da ...